Amazon: dai libri all’eco sistema digitale più avanzato in rete

500px-AmazonWebservices_Logo.svgAmazon è oggi la più importante azienda di e-commerce conosciuta al mondo. Nata nel 1994 con il nome di Cadabra, fu poi subito rinominata in Amazon, perchè il suo fondatore, Jeff Bezos, immaginava questo sito come il Rio delle Amazzoni dell’editoria. E i libri sono stati per anni il core business principale.

Dopo lo sboom della new economy, Amazon riuscì a resistere all’onda e nel 2003 iniziò a rivedere la propria struttura informatica, proprio mentre metteva a segno la più grande vendita di libri su Internet: 1,3 milioni di copie di Harry Potter e l’Ordine della Fenice.

Chris Pinkham e Benjamin Black, due ingegneri di Amazon, sottoposero a Bezos un paper in cui veniva descritta una visionaria infrastruttura per la gestione dei servizi Web di Amazon, con la caratteristica di essere completamente standardizzata, completamente automatizzata e pensata per avere SLA superiori al 99%. Ma soprattutto l’infrastruttura immaginata aveva la caratteristica di permettere di ospitare sui server Amazon, applicazioni realizzate da terzi, consentendo lo stesso SLA di Amazon.

Fu la nascita di Amazon Web Service (AWS) ed è stata una rivoluzione:

  • Nel 2004, la farm di Cape Town in Sud Africa fu progettata da Pinkham, e man mano il modello si è esteso alle altre 8 server farm del mondo
  • Già nel 2007 i server Amazon ospitavano servizi per 180.000 sviluppatori sparsi per il mondo
  • I servizi della NASA e della CIA, quelli usati nella Campagna di Obama, quelli dei social network Pinterest e FourSquare, gli streaming di NetFlix sono ospitati oggi da Amazon
  • E lo SLA ha raggiunto il 99,9999%, registrando in 10 anni solo 5 episodi di grossi problemi sui sistemi

Alla base dell’alta affidabilità di AWS c’è ElasticIP, un sistema che permette di gestire balancing, ridondanza, fault tollerance. Se ne parla in questa interessante presentazione fatta a marzo 2013 presso una conferenza internazionale da Attila Narin, responsabile del team di Amazon per le Soluzioni Architetturali.

Il video della presentazione è disponibile qui: http://www.infoq.com/presentations/architecting-high-availability

Qui invece le slide: http://qconlondon.com/dl/qcon-london-2013/slides/AttilaNarin_ArchitectingForHighAvailability.pdf

 

Questa voce è stata pubblicata in Infrastruttura, Web. Contrassegna il permalink.

Rispondi